Halloween di sangue vicino al Colosseo

halloween roma

Notte delle streghe e dei mostri in tutti i sensi. C'è un ragazzo americano in ospedale dopo 25 coltellate. E' successo a Roma, durante un party fatto in casa tra "amici", in un appartamento di via Cardello vicino al Colosseo.

Un ragazzo statunitense che studia alla John Cabot University, ha aggredito con un coltello i due coetanei (non sono giovanissimi, ma intorno alla trentina) e compaesani che erano con lui. Il più grave, colpito da almeno 25 coltellate, ha un polmone perforato ed è stato ricoverato d'urgenza all'ospedale San Giovanni. E' in prognosi riservata.

La seconda vittima è ferita solo lievemente. Ad allertare la polizia è stata una telefonata al 113 nella mattinata successiva. L'aggressore è stato arrestato per tentato omicidio dalla polizia del Commissariato Trevi.

Secondo le testimonianze, i tre studenti universitari avevano passato la serata festeggiando Halloween all'Atlantic, un locale sulla via Laurentina. Poi erano tornati a casa. Mentre erano a letto, uno di loro si è avvicinato alla vittima cominciando a colpirla.

Il terzo amico che dormiva con loro nella stanza ha cercato aiuto dal fidanzato della sorella della vittima, che dormivano all'interno dello stesso appartamento. Quest'ultimo ha tentato di fermare l'aggressore ed è stato così lievemente ferito.

Gli investigatori non escludono che prima dell'aggressione, i tre, tornati a casa, avessero continuato a fare uso di droghe o alcol proseguendo il party nell'appartamento, dove sono state trovate piccole dosi di hashish e cocaina.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail