Election day, il 13 e 14 aprile si vota anche per Comune di Roma e Provincia

Il 13 ed il 14 aprile 2008 non si voterà solo per il rinnovo del Parlamento e quindi del Governo nazionale: i cittadini del comune di Roma e della sua Provincia saranno chiamati alle urne anche per eleggere il nuovo sindaco ed il presidente della Provincia. L'election day diventa quindi realtà.

A decidere di accorpare il voto amministrativo a quello politico, con risparmio garantito per le casse nazionali, è stato il consiglio dei Ministri del Governo dimissionario. Prodi è stato chiaro. "C'è l'accordo per l'election day. Ancora non so, però, in quale giorno faremo il decreto" ha detto il premier alle agenzie di stampa confermato poco dopo da Rutelli: "L'Election day è cosa già decisa" e da Amato "Giovedì faremo il decreto".

Le forze politiche già si chiedono se per loro sarà meglio o peggio. La Sinistra sarà soddisfatta perchè lo chiedeva da tempo. Ma siamo sicuri che in questo modo i candidati sindaci di Centro sinistra possano avere più chance? Non c'è il rischio che l'elettore medio metta le crocette prima sui partiti della Cdl a livello nazionale e poi replichi per pigrizia anche sulle schede delle amministrative? Anche Alemanno, per An, voleva l'election day. Ma non si è sempre detto che la coalizione vincente trova beneficio dall'effetto traino dovuto alla precedente vittoria quando il voto amministrativo segue quello politico? Non è che in questo modo, e Forza Italia infatti già si lamenta, si favorisce il Centro sinistra a livello comunale che potrebbe ottenere un maggior numero di voti dagli elettori incerti e non condizionati dall'eventuale vittoria della Cdl a livello nazionale?...

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: