Lo Street food di Roma scalda l'inverno con I Fritti de Sora Milvia

Colpa della crisi, di ritmi urbani frenetici e di abitudini consolidate già ai tempi degli antichi romani, anche io consumo spesso pasti mordi e fuggi, in piedi o passeggiando per la strada, cosi almeno digerisco mentre torno a lavoro, però quando arrivo il freddo con la gola sono fritta, per questo inauguro le mie prossime segnalazioni dedicate allo street food romano con I fritti de Sora Milva.

Una tappa fritto-dorata e croccante lungo il sentieri degli antichi sapori della capitale, ideale per procurarsi calorie che scaldano durante l'inverno, obbligata per peccare di gusto con un fiore di zucca, un filetto di baccalà o supplì di ragù alla romana, all’amatriciana piccante, alla gricia e cacio e pepe, con un cartoccio di calamari, ma anche di Lattarini come quelli che friggeva nonna, polipetti e verdure miste, insieme alle panelle siciliane, le pizzelle napoletane, le reginelle veneziane, i panzerotti pugliesi, le cotolette milanesi e le olive ascolane. A quanto pare si lavora anche alla ricetta della Crema fritta.

Una Frigittoria Take Away, aperta tutti i giorni (tranne il lunedì) in Via Cassia 4, dove si può ordinare (tel. 0633220828), portare via o sgranocchiare sul posto e al cartoccio, un pranzo, una cena o una merenda, le classiche patate fritte a fiammifero, o tagliate a fette sottili, ma anche in polpette e crocchette, oltre a tante prelibatezze classiche e rivisitate, con funghi, tartufo, verdure stagionali bio, formaggi locali, che hanno in comune la notevole abilità di friggere il tutto.

Un posticino che consiglio a chi è disposto a fare uno strappo alla regola e alla dieta, approfittando del freddo e dei ritmi frenetici, che fanno bruciare in fretta le calorie, trattenendo a lungo lo stato di benessere che sono capaci di regalare bocconcini del genere, e di tanto in tanto fanno bene anche ai regimi alimentari più rigidi e punitivi.

Se poi volgiamo dar valore al vecchio adagio, “Fritto è buono tutto, anche l’aria!”. Ma con tutta l'aria fritta che circola nella capitale, a partire dal triangolo delle 'chiacchiere' compreso tra Campidoglio, Camera e Senato, direi che questi fritti sono più di certo più buoni e fanno meno danni, fegato permettendo.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail