1976: il Foreign Office inglese ipotizzò un colpo di Stato a Roma

Esercito a RomaAmici, da quanto si apprende da un lungo reportage di Repubblica, le autorità britanniche progettavano un colpo di stato da effettuare qui a Roma. In un documento chiamato "Italy and the communists: options for the West", per trent’anni coperto dal segreto di stato, il Foreign Office risulta essere molto preoccupato per la situazione politica italiana del 1976.

A quanto pare l’ascesa dei comunisti in Italia infatti preoccupava non poco la Nato in quanto la possibilità che seguaci dell’Urss ottenessero cariche di governo avrebbe aperto una corsia preferenziale per la circolazione di documenti e informazioni sensibili da Roma ai paesi del blocco sovietico e avrebbe messo in bilico la stessa partecipazione del nostro paese al patto atlantico.

In particolare da una relazione dell'ambasciatore britannico a Roma, Sir Guy Millard, si apprende preoccupazione per la figura carismatica di Enrico Berlinguer che di lì a poco sarebbe stato la chiave del compromesso storico, compromesso al quale, secondo lo stesso ambasciatore, il povero Aldo Moro sembrava ormai rassegnato.

È per questi motivi che nel documento in questione a pag. 14 tra le varie opzioni per contrastare tale situazione ce n’è una intitolata "Action in support of a coup d'Etat or other subversive action" il cui testo recita così:

Per sua natura un colpo di Stato può condurre a sviluppi imprevedibili. Tuttavia, in linea teorica, lo si potrebbe promuovere. In un modo o nell'altro potrebbe presumibilmente arrivare dalle forze della destra, con l'appoggio dell'esercito e della polizia.

Per una serie di motivi - continua il documento - l'idea di un colpo di Stato asettico e chirurgico, in grado di rimuovere il Pci o di prevenirne l'ascesa al potere, potrebbe risultare attraente. Ma è una idea irrealistica.

Come si desume dalle frasi appena riportate e come tutti già sappiamo quest’idea per fortuna non è mai stata messa in pratica per evitare una “lunga e sanguinosa” guerra civile e lo stesso intervento militare degli URSS.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: