Morta la donna che si diede fuoco in Campidoglio

Kebe Peinda Gotha, 41 anni, è morta ieri sera intorno alle 22 nel reparto grandi ustionati dell'ospedale Sant'Eugenio. Il 7 dicembre scorso si era data fuoco per protesta a Roma davanti al Campidoglio, mentre il presidente del suo Paese, il senegalese Abdoulaye Wade, stava visitando la sede del Comune.

Il 20 dicembre i medici avevano sottoposto la donna a un delicato intervento chirurgico per limitare i danni delle ustioni che l'avevano colpita nel 70 per cento del corpo. Ma ieri in mattinata le sue condizioni si sono aggravate ulteriormente, e in serata è morta. Prima del tragico gesto, Kebe Peinda Gotha aveva chiesto invano di incontrare Wade recandosi all'albergo romano dove il capo di stato soggiornava.

foto | Tg3 Regione Lazio

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: