I Topi invadono Roma, da Trastevere a Marconi

Una leggenda ludica dal fumetto a Disneyland, una reincarnazione da venerare in India con tanto di templio, i topi fanno parte della fauna metropolitana in tutto il mondo da sempre, e anche a Roma aspettano il metrò come a Londra, fanno nuotate nel Tevere e passeggiate da Testaccio e San Saba attratti dalla spazzatura gettata in strada, che almeno per ora agevola ovunque anche il mix di nuovi metodi di raccolta differenziata dei rifiuti della capitale.

Più recente l'invasione denunciata a Marconi e Monteverde, mentre la signora che si è ritrovata 4 ratti nell'appartamento al piano terra del palazzo di via Gustavo Modena, dietro via della Lungaretta, ha dovuto fare i conti con un preventivo salato per liberarsene, che parte da 120 euro per un solo topo e la necessità di alloggiare altrove durante la derattizzazione. In mancanza di un pifferaio magico, il Dipartimento Ambientale di Roma Capitale su mandato dell'assessore all'Ambiente Marco Visconti, ha intanto incaricato l'Ama di operare la derattizzazione nel rione Trastevere.

Riguardo ai numerosi avvistamenti nel Municipio XV, è lo stesso presidente Gianni Paris, a precisare che:


"In queste settimane siamo intervenuti sia nelle scuole che nella sede del Municipio, con interventi di derattizzazione che hanno avuto successo, ma il problema vero e' nel quartiere Marconi, dove c'e' un'invasione di topi nelle strade e per questo abbiamo chiesto l'intervento dell'Ama.

Per gli edifici interveniamo come possiamo, anche prendendo fondi da altre voci di bilancio, ma il tutto avviene con grandissima fatica: il bilancio del Comune di Roma e' fermo, di conseguenza tutto assume carattere emergenziale"

Riguardo il funzionamento della cosiddetta 'Ama card', lo stesso Paris ammette di non saper "proprio come funzioni", ma state tranquilli topi di Roma, il pifferaio Ama non ha risorse per scovarvi tutti, e anche se il sistema di raccolta dei rifiuti dovesse migliorare, le casse della capitale restassero meno vuote (defraudate) e quelle di Ama 'meglio amministrate', la Roma sotterranea continuerà ad essere la città dei topi nei secoli a venire.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail