Metro Roma: da dicembre sorvegliata speciale

"Assistenza e controllo" è la parola d'ordine di Atac e del nuovo progetto “Pandora” (speriamo non quella del vaso apero da Atac), che sguinzaglia 50 operatori pronti a fornire informazioni e controllare che tutti paghino il dovuto, nelle stazioni metro delle linee A, B e B1, e in alcune stazioni della Roma-Lido, dal lunedì al venerdi, con turni da 3 a 6 ore, fino a 4 visite settimanali per stazione nelle ore di punta.

Non temete sarà impossibile non notarli on the road, con le loro magliette rosse e l'eloquente scritta "Assistenza clienti", o nel presidio fisso per le attività di supporto alla clientela delle 10 fermate di MA, MB e MB1 (Termini, Tiburtina, Conca D'Oro, Libia, S. Agnese-Annibaliano, Piramide, Anagnina, Battistini, Ponte Mammolo e Laurentina). Da dicembre arrivano anche gli occhietti delle telecamere, installati nei vagoni dei treni e nelle stazioni, ad incrementare il servizio di sorveglianza speciale della Metropolitana.

Qualsiasi cosa registrata nelle stazioni e nei vagoni sarà invita direttamente ad un sala regia in contatto con la Questura, pronta ad intervenire.

Nella stazione Anagnina invece, dove due anni fa è morta dopo un'aggressione l'infermiera Maricica Hahaianu, sarà installato un punto di primo soccorso per le linee della metropolitana A e B. Speriamo solo che nel frattempo "Assistenza e controllo" vengono affianchiate da efficenza e funzionalità del servizio di trasporto urbano.

  • shares
  • Mail