Gita fuori porta: a Colle di Tora per la Sagra del fagiolo a pisello


Sono già un paio d’anni che non andiamo a Colle di Tora, il paesino che ‘s’immerge’ nel lago del Turano mentre Castel di Tora, il paesino sul cucuzzolo che domina il lago dall’alto, se ne sta a guardare…

Conosciamo bene e apprezziamo questo angolo del Reatino, incantevole più che mai vestito d’autunno, con le sfumature calde delle foglie che si specchiano nell’acqua, mentre immutata in qualunque momento dell’anno resta la cordialità dimostrata dalla popolazione locale.

Insomma, è sempre un’occasione unica per ritemprare anima, corpo e… palato! Sì, perché questo piccolo paradiso regala ogni volta sagre ed eventi gastronomici di qualità e piuttosto originali. Questo weekend, ad esempio, si celebra il fagiolo a pisello, una specie di fagiolo tondo dal gusto delicato e la consistenza pastosa, che ha la caratteristica di non separarsi dalla sua buccia neanche dopo la cottura.

La sua coltivazione è diffusa nelle aree intorno al lago del Turano che arrivano a 900 m di altezza e si dice sia stato introdotto qui da una signora emigrata in Sudamerica i primi anni del secolo scorso e poi tornata con un piccolo ‘regalino’ delle Ande. Chissà se è leggenda o verità, comunque i contadini locali sono gelosissimi di questa coltivazione, i cui segreti per farla riuscire al meglio si tramandano di generazione in generazione.

Nel fine settimana imparerete senz’altro ad apprezzare tutta la versatilità di questo legume bianco che potrete assaggiare come primo piatto fatto a minestra o come contorno di succulente salsicce, mentre tutt’intorno risuona la musica dal vivo che completa la festa.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail