Tridente: la rivolta degli ambulanti

Se parlare di rivolta vi pare esagerato, leggete un po’ cosa hanno “combinato” ieri i commercianti del Tridente per protestare contro l’ordinanza firmata dal sindaco Veltroni che prevede la soppressione di undici postazioni su aree pubbliche.

Prima una fioraia ha minacciato di darsi fuoco a piazza San Silvestro. Poi, nel pomeriggio, altri tre commercianti sono saliti sul tetto di un chiosco di frutta in via della Vite e vi sono rimasti per oltre due ore con accanto una tanica di benzina.

La soppressione delle postazioni, secondo il Comune, servirebbe a liberare dello spazio in modo da consentire una sicura via di rapido accesso da parte dei mezzi di soccorso nella zona.

La protesta si è conclusa intorno alle 15 con gli ambulanti che hanno rimandato qualunque decisione a dopo venerdì quando nel I Municipio ci sarà la conferenza dei servizi che servirà, come ha annunciato il minisindaco Giuseppe Lobefaro, a stabilire i criteri e le modalità di individuazione delle nuove aree per le undici postazioni di commercio soppresse.

Via | Notizie.alice.it

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: