Fontana di Trevi: monete, messaggi e anche due dentiere

Gettoni telefonici, fiches di casinò, messaggi scritti su foglietti di carta e avvolti in bustine di plastica, calamite e, addirittura due dentiere. Sono solo alcuni degli strani oggetti ripescati nel corso degli anni dentro la Fontana di Trevi dagli operatori della Caritas.

E le monete? Naturalmente ci sono anche quelle e in gran quantità: pensate che ogni 356 giorni finiscono nello storico Fontanone circa 600 mila euro. I soldi sono di proprietà della Caritas mentre gli oggetti, che a breve scadenza potrebbero essere esposti in una mostra, vengono “presi in gestione” dall’associazione cattolica in attesa che qualcuno ne rivendichi la proprietà.

Una curiosità. La prima dentiera fu trovata nel 2001, la seconda, il 19 ottobre scorso, quando l’acqua della fontana era stata colorata di rosso.

  • shares
  • Mail
26 commenti Aggiorna
Ordina: