Guardarsi Intorno alla periferia di Roma

Guardarsi intorno di Emiliano Bartolucci

Guardarsi Intorno alla periferia della città eterna, che guadagna la campagna romana con i suoi di piloni di cemento armato e afflati di precarietà, sposta i margini e ipoteca esistenze, significa fare i conti con i blitz antidroga di San Basilio, stupri e violenze da Torpignattara a Ostia, senza trascurare la mappa delle 'famiglie' criminali stilata dalla Cisl, con I Casamonica al Tuscolano, le 'ndrine Morano, Bruzzaniti, Palamara, Speranza e Scriva al Flaminio, il clan Senese a Centocelle e gli Ierinò alla Borghesiana, l'ex banda della Magliana a Ostia, i Sergi-Marando a San Basilio ...

Una periferia attraversata dai binari della ferrovia, che ha superato i passaggi a livello e i confini de GRA, così vicina e lontana anni luce dal quel centro pieno di storia e archeologia urbana. La periferia affacciata agli ultimi piani di cubi di cemento screpolato, sepolta dietro le grate di finestre chiuse per sempre da cavalcavia e strade sopraelevate, smarrita in quell'hinterland romano che Emiliano Bartolucci inquadra con le visioni bruciacchiate di non luoghi ai margini, protagoniste della gallery.

Guardarsi intorno di Emiliano Bartolucci
Guardarsi intorno di Emiliano Bartolucci
Guardarsi intorno di Emiliano Bartolucci
Guardarsi intorno di Emiliano Bartolucci
Guardarsi intorno di Emiliano Bartolucci
Guardarsi intorno di Emiliano Bartolucci

"...Tutt'intorno s'alzavano impalcature e casamenti in costruzione, e grandi prati, depositi di rottami, terreni fabbricabili; da lontano, forse dalla Marranella, dietro il Pigneto, si sentiva giungere la voce d'un grammofono ingrossata dall'alto parlante... Quando ch'ebbero lasciato alle spalle, passa passo, Porta Furba e si furono bene internati in mezzo a una Shangai di orticelli, strade, reti metalliche, villaggetti di tuguri, spiazzi, cantieri, gruppi di palazzoni, marane, e quasi erano arrivati alla Borgata degli Angeli, che si trova tra Tor Pignattara e il Quadraro..." da Ragazzi di vita di Pierpaolo Pasolini

Visioni urbane rarefatte, graffiate, manipolate e alienate, come la realtà che intendono inquadrare, accompagnate da didascalie ispirate alla letteratura sulla periferia di Moravia, Pasolini, Morante e Avallone, esposte nella Sala Tom Benetollo di Palazzo Valentini, dal 19 ottobre al 3 novembre 2012.

Il mare e i muri di quei casermoni popolari, sotto il sole rovente del mese di giugno, sembravano la vita e la morte che si urlano contro. Non c'era niente da fare: Via Stalingrado, per chi non ci viveva, vista da fuori era desolante... da Acciaio di Silvia Avallone

Guardarsi intorno di Emiliano Bartolucci
Guardarsi intorno di Emiliano Bartolucci
Guardarsi intorno di Emiliano Bartolucci
Guardarsi intorno di Emiliano Bartolucci
Guardarsi intorno di Emiliano Bartolucci
Guardarsi intorno di Emiliano Bartolucci

Giovedì 18 ottobre alle ore 17.30 nell'Aula Consiliare 'Giorgio Fregosi', la presentazione della mostra 'Guardarsi intorno. Riflettere d'hinterland', sarà anche arricchita dalle letture di alcuni brani, poesie e narrazioni ad alto tasso di periferia, per voce dell'attrice Maddalena Rizzi.

"Anche a Raissa, città triste, corre un filo invisibile che allaccia un essere vivente a un altro e si disfa, poi torna a tendersi tra punti in movimento disegnando nuove rapide figure cosicchè a ogni secondo la città infelice contiene una città felice che nemmeno sa di esistere." da le città invisibili di Italo Calvino

Guardarsi intorno di Emiliano Bartolucci
Guardarsi intorno di Emiliano Bartolucci
Guardarsi intorno di Emiliano Bartolucci
Guardarsi intorno di Emiliano Bartolucci
Guardarsi intorno di Emiliano Bartolucci
Guardarsi intorno di Emiliano Bartolucci
Guardarsi intorno di Emiliano Bartolucci

...Che dio ci protegga dalle prime volte,
dal rumore dei tergicristalli quando piove poco,
dalle piogge ostinate, dalle risate - quando il mio mondo sta esplodendo -
dagli asfalti e dalle rose blu -
da tutte quelle cose che mai avrei voluto sentire o vedere -
dal bisogno, dai ricordi rubati...
Preghiera di Ilenia Volpe

  • shares
  • Mail