500 ultras disertano lo stadio e vanno a Circo Massimo

Pochi ma duri, decisi a dire no al calcio degli affari e delle televisioni. Alcune organizzazioni di tifosi della Curva Sud hanno ieri disertato l'appuntamento con lo stadio Olimpico, dove si giocava Roma-Udinese, per ritrovarsi in Circo Massimo. Bandiere, striscioni e megafoni per ripetere che gli ultrà "non sono animali" e che "l'industria del pallone ha messo a bando ogni romanticismo". Dalle 14 alle 15, ora del calcio d'inizio della sfida da campionato, un continuo scandire slogan contro il sistema e in ricordo di Gabriele Sandri, più qualche petardo esploso - e se ne poteva fare a meno.

Poi tutti ad accendere la radio per gioire al gol di Juan, rammaricarsi per il pareggio di Quagliarella e il vantaggio dell'Inter sulla Fiorentina, e ancora a cantare per il raddoppio risolutivo di Taddei. Sul prato verde una grande scritta ha accompagnato l'inconsueto pomeriggio: "Questa è l'ora de mostra' quanto valemo".

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: