Roma ed il bilancio comunale: niente aumenti tasse e prolungamenti della linea A, B, B1 e C della metropolitana

Nessun aumento delle tasse comunali ed una pioggia di miliardi per prolungare le metropolitane romane e per le grandi infrastrutture. Senza scordare le buche. Questo, in estrema sintesi, il contenuto della manovra di bilancio comunale 2008-2011 presentata questo pomeriggio in Campidoglio dal sindaco di Roma, Walter Veltroni.

Con mio enorme compiacimento ad avere una particolare attenzione tra i capitoli da finanziare è stata la voce metropolitane. Vediamo di capire cosa succederà nei prossimi anni partendo dalla linea A. Per la linea arancione della Capitale sono stati stanziati 270 mln finalizzati al prolungamento da Battistini a Torrevecchia. La linea B riceverà 130 mln che serviranno a prolungare la linea da Rebibbia a Casalmonastero mentre la nascente linea B1 non si fermerà più a Conca D'Oro ma, per il momento, arriverà fino a piazzale Jonio grazie 170 milioni di euro (ma in futuro arriverà a Bufalotta). Novità importanti anche per la linea C che, come anticipato, ha ricevuto la copertura finanziaria di 500 mln per i lavori necessari alla realizzaione della tratta San Giovanni-Clodio (Non Venezia come inizialmente si era detto). Nessuna nuova, invece, per la linea D, i cui finanziamenti dovrebbero arrivare con il project financig a carico dei privati entro pochissimo tempo.

Ma non è tutto. Il bilancio presentato stamane, infatti, stanzia fondi "certi e subito spendibili" anche per la realizzazione del Centro congressi di Fuksas (i lavori partiranno tra fine dicembre ed inizio anno), della Città dello sport di Calatrava (lavori già in corso), per l'ammodernamneto di Termini, per acquistare nuovi treni per le linee metro, per costruire il "corridoio della mobilità" tra Grotta Perfetta e Portuense ed per il collegamento tra Togliatti e Bufalotta. Per le tanto odiate buche, per l'illuminazione e la bonifica delle aree verdi in periferia sono stati stanziati 50 milioni. Altrettanti sono stati previsti per edifici scolastici mentre 60 andranno invece ai municipi per i loro progetti. Qui informazioni ancora più dettagliate.

  • shares
  • Mail
35 commenti Aggiorna
Ordina: