Sondaggio: le riduzioni Metrebus andrebbero estese a tutti gli studenti non residenti?

Controllori AtacAmici, pochi giorni fa uno studente fuorisede di mia conoscenza è stato multato sull'autobus da un controllore Atac perché viaggiava con un abbonamento "irregolare", o meglio un abbonamento mensile ridotto (18€) invece che un abbonamento intero (30€).

Ciò perché, pur non avendo ancora compiuto i 26 anni di età, non ha diritto all’agevolazione in quanto non residente a Roma (o in un comune della provincia). D’altra parte il regolamento degli abbonamenti Metrebus parla chiaro, i giovani al di sopra dei 20 anni di età possono usufruire della riduzione solo se:

- studenti universitari fino al mese di compimento del 26° anno
- studenti universitari fino al mese di compimento del 26° anno anche non residenti a Roma che abbiano ottenuto l'alloggio gratuito presso la "Casa dello Studente" o la borsa di studio o l'esenzione dalle tasse universitarie



Questo regolamento era ben noto al mio amico che a suo rischio e pericolo ha acquistato l'abbonamento ridotto ed è giusto che paghi per l’errore commesso.

Tuttavia se consideriamo gli enormi costi sostenuti dai fuorisede per il loro diritto allo studio come i salatissimi affitti romani, non sarebbe giusto estendere l’agevolazione a tutti gli studenti universitari prescindendo dalla residenza?

Foto | Repubblica.Roma

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: