Roma arDente: Taverna Angelica a Borgo

Nell’iniziare a scrivere questa recensione, mi sorge spontanea una domanda alla quale chissà se avrò mai una risposta: la denominazione Angelica deriva dal nome di una donna, magari particolarmente valente ai fornelli, oppure risente della vicinanza di San Pietro, trovandosi questo ottimo ristorante al limitare del quartiere Borgo che si affaccia verso Prati?

Comunque sia, la nostra esperienza alla Taverna Angelica è stata davvero interessante: ci siamo capitati quasi per caso, una domenica a pranzo che eravamo in giro con alcuni amici di fuori Roma, tappa obbligata la Basilica vaticana e poi, si sa, a un certo punto ti viene fame…

In questo bel ristorante elegante e semplice allo stesso tempo, arredato con tutti i toni del legno, il pranzo domenicale propone menu degustazione abbastanza abbordabili da cui restano esclusi, però, coperto (incredibile che ancora qualcuno te lo faccia pagare!) e vino.

Noi abbiamo rimescolato un po’ le carte, con il beneplacito della cucina, e abbiamo assaggiato due fantastici primi del ricettario romano: la classica cacio e pepe e una variante della gricia tradizionale, arricchita con tanto bel porro a rondelle ben rosolato nell’olio e nell’aglio.

Per secondo ci dividiamo un bel filetto ripieno accompagnato da un invitante tortino di patate, mentre sul dessert ci si sfoga proprio: c’è chi, goloso fino in fondo, opta per un trittico di cioccolato; chi preferisce un grintoso spumotto al caffè con salsina di cioccolato come topping e chi, invece, sceglie il classico cestino alle mandorle con crema chantilly e frutti di bosco, effettivamente un po’ banale.

Una bella bottiglia di vino rosso strutturato e passa la paura… almeno fino a conto, ma non lo so perché io, in quanto gentil donzella, ero ospite.

Taverna Angelica
Piazza Amerigo Capponi, 6
00193 – Roma
Tel 06/6874514
www.tavernaangelica.it
tavernaangelica@tiscali.it

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail