Coccodrillo gigante blocca un volo Ryan Air a Ciampino

"Signora, il suo coccodrillo non può sedere qui". Sembra una battuta di un film dei Monthy Python, e invece è la scarna cronaca di una mattinata all'aeroporto di Ciampino. Protagonisti un gigantesco rettile di peluche, la sua proprietaria, e lo staff di un volo della Ryan Air diretto a Orio al Serio. L'enorme pupazzone era passato al check-in come bagaglio a mano (forse in virtù del suo peso), e così la sua padrona lo aveva collocato su tre sedili. Al momento del giro di controllo un'assistente di volo non ha potuto fare a meno di notare l'insolito passeggero e ha quindi chiesto alla signora che questo venisse lasciato a terra; ne è nata un'accesa discussione, con strattoni e toni pesanti, che ha portato dopo qualche minuto al seguente annuncio via interfono: "Gentili viaggiatori, annunciamo che a causa della presenza del coccodrillo di peluche, l'aereo non potrà decollare".

Gli altri passeggeri si sono allora schierati in due fazioni: chi parteggiava per il coccodrillo e chi invece avrebbe preferito volare rapidamente a destinazione. Neanche l'intervento della polizia di frontiera ha sedato gli animi, anzi; un passeggero che si è messo a riprendere il parapiglia con il telefonino è stato bloccato e identificato. Alla fine è stata una suora a prendere in mano situazione e pupazzo, parlando con gli agenti, l'equipaggio e con la tenace signora. Quest'ultima si è convinta ad abbandonare il velivolo con in spalla l'animale permettendo così il decollo. Con due ore di ritardo.

fonte | lastampa.it

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: