Taxi: verso altre 500 nuove licenze


Se sarà scontro e conseguente sciopero ancora non si sa. Di certo, però, c'è che nell'infinito braccio di ferro tra tassisti e Comune di Roma quest'ultimo ha calato l'asso nella manica per cercare di mettere fine alla cronica assenza di ex auto gialle alla Termini e nel resto di Roma: 500 nuove licenze da utilizzare in tutta la città e non solo alla stazione.

Il nuovo pacchetto di licenze fa parte di un piano che il Comune ed il sindaco Veltroni stanno cercando di far digerire alla categoria. Al suo interno c'è anche l'ok definitivo all'aumento delle tariffe del 18%, così come chiesto dai tassisti nella loro proposta principale sulla tariffa 1 e 2 con obbligo di usare un display che avverta al momento del cambio. Due euro in più per le corse a Termini ma l'eliminazione del supplemento per il primo bagaglio.

Non si parla più di controllo satellitare per il momento. E l'impressione è che l'aumento delle licenze possa essere utilizzato, dopo i prossimi ed inevitabili incontri, solo su Termini. Il pacchetto contro la carenza di Taxi, però, per ora dice questo e si va ad aggiungere all'aumento di 1450 licenze avvenuto un anno fa. I tassisti sono già sul piede di guerra. E poco fa passando a piazza Venezia ho visto già decine di auto bianche ferme e spente in segno di protesta. L'assessore alla mobilità del comune di Roma, Mauro Calamante, ha anche denunciato comportamenti illegali come rovesciamenti di cassonetti e reazioni violente verso alcuni cittadini.

Foto: Flickr

  • shares
  • Mail
43 commenti Aggiorna
Ordina: