All’Esquilino riapre i battenti la moschea abusiva

Ricordate la storia della moschea di via di San Vito, nel rione Esquilino? Il centro di culto, pensato per permettere la preghiera alla comunità del Bangladesh, particolarmente numerosa nel quartiere, avrebbe dovuto aprire i battenti lo scorso 7 settembre.

Contro la nuova moschea aveva, però, si era schierato il gruppo di An nel I Municipio. Così dopo un paio di manifestazioni e parecchie denuncie, al futuro centro islamico furono messi i sigilli per irregolarità urbanistiche. Il motivo? La Onlus che aveva promosso i lavori non aveva chiesto l’autorizzazione per la ristrutturazione dei locali.

Ora, gli esponenti di Alleanza Nazionale alzano di nuovo la voce perché, a loro dire

In via di San Vito 12, la stessa associazione del Bangladesh ha realizzato una moschea abusiva accanto ai locali sequestrati dopo la nostra denuncia di queste estate.

Di consegunenza An ha chiesto l’intervento dell’assessore alla Sicurezza Touadì perché vengano rispettattate le leggi italiane inerenti all’apertura di luoghi di culto di altre religioni. Staremo a vedere…

Via | Ginosalvi.blogspot.com

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: