Emergenza casa. Firmato patto per 20.000 nuove abitazioni

Ventimila (20.000) abitazioni entro il 2011, metà delle quali destinate all'edilizia popolare ed un altro 50% agli affitti a canone agevolato. Senza scordare 6000 nuovi alloggi per l'edilizia universitaria. Dopo i finanziamenti dell'anno scorso, ed i 62 milioni messi a disposizione della Regione per il 2008, oggi finalmente è stato firmato un protocollo d'intesa tra il Comune di Roma le organizzazioni degli imprenditori e le cooperative, tra le quali spiccano Acer, Federlazio e Legacoop.

Il piano casa del Comune è particolarmente importante proprio perchè firmato con gli imprenditori. Ciò vuol dire che dalle parole finalmente si passa ai fatti, visto l'innegabile "interesse" dei costruttori a vedere presto innalzati i nuovi edifici. Allo stesso tempo, però, tutto ciò si traduce in una straordinaria boccata d'ossigeno per chi non ha una casa ed in un'operazione che secondo il sindaco Veltroni "offre una soluzione al problema dell'emergenza abitativa".

La buona notizia dunque è che le case verranno finalmente costruite. Ora, però, bisognerà vedere come e dove. I primi cantieri apriranno tra qualche mese nelle 33 aree ex 167. Chiederemo lumi al Comune sulle aeree esatte. Speriamo, comunque, che i nuovi quartieri siano luoghi vivibili. L'edilizia selvaggia è finita nei 70 ma ancora oggi, spesso, in periferia assistiamo alla nascita di quartieri dormitorio di palazzoni e centri commerciali che non fanno onore alla città. Vedremo con nuovi aggiornamenti.

Foto. Flickr

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: