Pochi servizi, molti precari ma più consumi: come va l’economia capitolina


Poche infrastrutture, molti precari ma anche maggiori consumi. E’ un bilancio fatto di luci e ombre quelle che viene fuori dal settimo “Rapporto sull'economia romana” presentato ieri in Campidoglio.

Tra le note negative, la carenza di servizi e il dato relativo al lavoro precario che è quasi un punto e mezzo più alto del dato nazionale (13,3%).

Non mancano, però, anche le buone notizie: la Capitale nel 2006 è infatti cresciuta più del resto del Paese: +3,7% contro il 3,1. In aumento anche la propensione al consumo che arriva al 93% contro l´86 del resto d’Italia. Quanto all’occupazione è positivo il dato generale (+1,5% rispetto al 2005) e quello relativo agli stranieri impiegati, ma si segnala anche un rallentamento del lavoro femminile: da 55,4% al 53,8%.

Via | Repubblica.it

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: