Nasce a Roma il nuovo partito di Berlusconi

Un contesto vecchio per un'idea nuova: dopo i Circoli, ecco il Partito del Popolo della Libertà o, con meno pompa, Partito della Libertà. Una pedana blu con due microfoni tra le colonne del tempio di Adriano a Roma, tanto entusiasmo del leader e dei convenuti. Questa scenografia ha fatto da cornice oggi pomeriggio alla scelta di Silvio Berlusconi per dichiarare finito il bipolarismo e presentare una nuova forza politica. Alle spalle dell'imprenditore di Arcore, il probabile nuovo logo.

“Non sarà una fusione fredda come quella avvenuta di recente per il Partito democratico. Nei gazebo allestiti da Forza Italia anche nel weekend prossimo raccoglieremo le adesioni degli altri partiti. E decideranno i cittadini il nome che avrà la nuova formazione politica”. Secondo Berlusconi il nuovo soggetto sarà una sorta di Partito popolare europeo, le cui porte sono spalanate a tutti, compresi alcuni rappresentanti del centrosinistra con cui l'ex Forza Italia si propone di dialogare in materia di sistema elettorale. “Con queste forze politiche, ha detto, il bipolarismo non è più possibile”. Poche e tenui le parole dell'ex premier in risposta a Fini: “Non rispondo alle piccole polemiche del momento o a polemiche occasionali sia quando vengono dai nostri alleati che dai competitors. Dobbiamo pensare alla mobilitazione della gente che vuole un partito unito dei liberali. Spero che chi non la pensi così possa cambiare presto idea”. Ma anche no.

video | repubblicatv

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: