Cerchi casa a Roma? Attento alla "sòla"!

casa teatro marcello roma

Non so se sia un danno o quasi un valore aggiunto di questa città eterna-mente irrisolta, ma ci sono delle cose che a Roma non cambieranno mai. Ovunque gli esperti si affannano a consigliarci di comprare casa.

Il mercato è in calo, c'è la crisi, l'Imu, mancano i soldi, e il mattone è ancora tutto per l'italiano. Ma anche per molti stranieri, che scelgono d'investire da queste parti.

Si parla di un "crollo" del prezzo delle case, sceso del 2,4%. A Monteverde-Aurelio il costo delle abitazioni pare diminuito del 4,9%. Lo assicura il centro studi Tecnocasa che ha monitorato le compravendite dell'anno passato. E gli analisti del settore sono convinti che il calo continuerà.

La verità però è che bisogna sempre capire in che zona siamo. A Roma, chi conosce la città sa di cosa parlo, basta girare ad un incrocio per "svoltare" in tutti sensi. E poi, soprattutto, c'è sempre da tenere presente che negli ultimi vent'anni a Roma, i prezzi degli immobili erano e sono aumentati più del 40%...

Capite, che ancora oggi, ascoltiamo alla radio o vediamo su "tele-cicoria" gli incredibili affaroni, le solide realtà, che ci propongono i nostri palazzinari romani. Tipo 50 mq a Ponte di Nona a soli 160 mila euro! Che occasione! Quasi come 45 mq a Parco Leonardo per 200 mila...

Insomma lo sapete. Roma arriva fino ad Ostia, e tutti garantiscono ottimi "collegamenti", a pochi minuti dal centro. Sì, se hai il teletrasporto dell'Enterprise.

Se si sale di livello, comunque, è anche peggio. I noti agenti immobiliari con cui ognuno di noi avrà perduto tempo proustiano da ricercare invano, sono talmente affascinanti che comici osservatori come Verdone, ma soprattutto Pozzetto li hanno celebrati.

Ora, che abbiamo il prode alleato delle Rete, non cadiamo in più in certe trappole, perché abbiamo imparato ad analizzare gli annunci. Le fotografie. I tagli, i soppalchi e l'ironia dialettica tra "commerciale", "disimpegno", "calpestabile" o "su più livelli".

Tuttavia è ancora difficile "sgamare" la tipica "sòla". I motori di ricerca dei siti per le case partoriscono cose incredibili. Non sapevo che per esempio al centro di Roma si potesse godere una bella e riposante vista sul..mare!

casa roma vista mare

Insomma, in realtà le case belle restano difficili da trovare e carissime da pagare. Un pezzetto di cielo, un po' di vista (dove Roma sia Roma), vengono sfruttati come pepite dal valore inestimabile.

E quando il prezzo davvero sembra buono, sotto c'è sempre qualcosa da scoprire. Non solo la mancanza dell'ascensore, ma la presenza di abusi e ipoteche, vincoli o cause condominiali che scopri nel cavallo di troia del rogito.

E' anche vero, questo va riconosciuto, che ormai si mette in vendita praticamente di tutto. Così tra una "bacarozzaio" e un "mansardato" per nani, ti capita anche d'inciampare nella residenza patrizia dentro Teatro Marcello.

La monumentale proprietà si articola per oltre 1000 mq attorno ad un giardino all’italiana con aranceto, ornato da quattro fontane, disegnato in epoca rinascimentale in occasione della visita papale. La successione delle gallerie e dei saloni affrescati, ed il silenzio rotto solo dal fruscio degli aranci e dallo zampillare delle fontane ferma letteralmente il tempo e dona a questo luogo una soffice atmosfera incantata. Il sogno si ridesta, ed un brivido percorre la schiena al pensiero di trovarsi in un edificio voluto da Gaius Julius Caesar Pontifex Maximus.

Con poco più di 30 milioni di euro ti danno le chiavi. E costa pure poco.

  • shares
  • Mail