Fermata Furio Camillo: ennesimo suicidio nella metropolitana di Roma

Suicidio Metro Furio Camillo

Ieri sera stavo passeggiando con un amico su via Appia Nuova intorno alle 21:30. Passando davanti alla fermata di Furio Camillo, che a quell’ora doveva essere chiusa, ho trovato un assembramento di auto della polizia, camionette dei pompieri, un’ambulanza, la municipale e l’immancabile folla di curiosi.

Avevo già capito tutto: si trattava dell’ennesimo suicidio sotto un treno. Chiedo un po’ in giro e purtroppo mi viene confermato quanto avevo pensato ma con un triste particolare: il suicida era uno studente fuorisede.

Un ragazzo molto giovane quindi (qualche ora dopo ho appreso dal Messaggero che aveva 21 anni), che è morto lontano dalla sua famiglia.

Senza dilungarmi in una polemica verso l'Atac che non riesce a contrastare il fenomeno dei suicidi nella metropolitana, voglio immaginare il ragazzo in questione come una persona buona che nonostante il suo disagio interiore ha scelto di morire all’ora di chiusura del metrò per arrecare il minor danno possibile al trasporto pubblico.

Suicidio Metro Furio Camillo_02

Suicidio Metro Furio Camillo_03

  • shares
  • Mail
42 commenti Aggiorna
Ordina: