Renata Polverini e Ryanair danno un taglio alle spese

In un mondo nel quale la pubblicità è l'anima del commercio e i testimonial i loro condottieri, anche il taglio alla giunta appena operato dall'ex Presidente della Regione Lazio Renata Polverini può diventare 'slogan e volto promozionale' per il taglio dei costi della compagnia aerea Ryanair, che zecche e atterraggi d'emergenza, al momento fa partire e atterrare i suoi volo low cost da Fiumicino, mentre l'aeroporto di Ciampino resta chiuso per lavori alla pista.

Un ex presidente regionale con look casalingo accessoriato e imperioso messaggio "ORA BASTA! Volate tutti con Ryanair e spendete di meno", campeggia sulla sito della compagnia irlandese, rinnovando una consuetudine all'ironia provocatoria già sfoggiata in passato con testimonial inconsapevoli come Umberto Bossi, Mario Balotelli, Zapatero, Sarkozy, Carla Bruni, Valentino Rossi e lo stesso l'ex premier Berlusconi a più riprese.

In aria di campionati europei comparve il banner con il bomber Mario Balotelli che da voce a "Cosa voleva dire Super Mario? Solo Ryanair ha le tariffe più basse in Italia". Dopo l'addio di Fabio Capello alla Nazionale britannica, la compagnia berlinese ha sponsorizzato voli low costa a 12 sterline con "Capello quit as England manager", seguito da "Anyone need a cheap flight to Italy?".

Anche Valentino Rossi alle prese con i suoi due milioni di evasione fiscale si è guadagnato il banner-fumetto "Ritorno a casa con Ryanair... e devo solo pagare le tasse!" con lo lo slogan: "2 milioni di posti. Paghi solo le tasse".

"Se non puoi sconfiggere il nemico, fattelo amico" invita gli italiani a volare in Spagna, dopo il 4-0 della Spagna incassato dagli italiani alla finale degli Europei di calcio, con l'offerta "Prenota entro la mezzanotte di giovedì, voli di sola andata a 13 euro nei mesi di luglio e agosto".

Per il gossip politico reggere lo scettro dei preferiti Silvio Berlusconi, quando recitava "Ho 560 milioni di buoni motivi per scappare .. con Ryanair a €8", o "Solo una cosa mi tirerebbe su in questo momento...Una scappatella con Ryanair a 12 €", talmente spudorati da non dover neanche specificare a cosa si riferiscono.

L'ultima trovata promozionale di marketing impertinente, non ha tardato a fare il giro del web raccogliendo risate, ma anche qualche critica da chi non apprezza le discriminazioni di genere 'casalingo', come la Presidente della commissione delle Elette, Monica Cirinnà:

"Alla compagnia Ryanair faccio presente che le donne di questo paese sono abituate da sempre a fare risparmi e a gestire con parsimonia e attenzione le risorse familiari. L'esempio esposto nella loro pubblicità e' un pessimo modello di donna e di politico che offende innanzitutto coloro che da sempre si battono contro la discriminazione di genere"

.

  • shares
  • Mail