Epifani contestato a Roma Tre

Giornata amara per il segretario generale della Cgil all'Universita di Roma Tre, dov'era atteso per un convegno sul lavoro nell'università pubblica. Un centinaio di studenti di sinistra ha interrotto l'incontro fischiandolo e scandendo slogan di protesta: "Ci bloccano il futuro, noi blocchiamo la città".

I giovani sono stati poi fatti accomodare in sala e hanno potuto giustificare la contestazione alla Cgil in quanto "protagonista dell'accordo del 23 luglio con Confindustria e governo e che ha peggiorato le prospettive dei giovani e degli studenti. Riteniamo paradossale che Guglielmo Epifani intervenga ad un convegno sul tema del lavorare bene nell'Università pubblica. Ma quale buon lavoro viene a proporci? Forse quello dei contratti da ricercatore da rinnovare ogni anno a discrezione del barone di riferimento. Oppure quello delle prestazioni lavorative gratuite obbligatorie in molti corsi di laurea? O forse il lavoro precario che spesso accompagna gli studi e la gestione degli atenei?".

I contestatori hanno lasciato il convegno dopo una decina di minuti rilanciando lo sciopero generalizzato per il 9 novembre e proponendo provocatoriamente la chiusura dell'Università perché fabbrica di precari.

fonte | ansa.it

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: