Dopo l'Orchestra di piazza Vittorio arriva la piccola orchestra di TorPignattara

Vi segnaliamo un progetto che personalmente trovo davvero strepitoso per la sua semplicità e per la sua concretezza. Concretezza che, come vedrete, allo stesso tempo è al servizio di ideali di multiculturalità e inclusione sociale.

Dopo tutti questi paroloni, vado a segnalarvi la prossima esistenza della Piccola orchestra di Torpignattara, un progetto promosso da Musica e altre cose, a cura di Domenico Coduto, e dalla fondazione Nando Peretti, con la collaborazione dell’assessorato alla Cultura del Municipio di appartenenza, il VI.

In pratica, leggo, si tratta di "una piccola orchestra multietnica aperta a tutti i bambini e ai ragazzi del quartiere romano di Tor Pignattara, che suoni strumenti e raccolga sonorità di ogni parte del mondo".



Il progetto è aperto a musicisti in erba dai 6 ai 16 anni, che possibilmente abbiano già dimestichezza con uno strumento, e include per loro anche un corso di 20 lezioni completamente gratuito.

La direzione musicale è affidata al giovane musicista Livio Vinafra e - qui arriva la connessione con l'orchestra di piazza Vittorio - vedrà la collaborazione del Maestro Pino Pecorelli, che appunto è tra i fondatori della famosa Orchestra di Piazza Vittorio.

"Attraverso i preziosi strumenti dell’arte e della cultura, il percorso musicale della Piccola Orchestra di Tor Pignattara vuole essere infatti anche un momento di formazione, educazione e crescita dedicato ai soggetti più deboli e disagiati - spiegano gli organizzatori - Come gli stranieri e i loro figli che nel Municipio VI rappresentano una fetta importante della popolazione residente".

Finendo con l'ultimo dettaglio organizzativo - e cioè che le prove si terranno una volta a settimana in una sala del quartiere - per ulteriori informazioni e contatti vi rimandiamo a potorpignattara@gmail.com e al cel. 339.8662760.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail