Tasse, per sanità e sicurezza si pagano volentieri

Non sopportano l’Ici e il canone Rai ma pagherebbero di buon cuore più tasse su sanità e sicurezza. A dirlo è un sondaggio effettuato per Anci (Associazione nazionale comuni italiani) e Ifel (Istituto per la Finanza e l'Economia Locale) da Pubblica Res-Swg su un campione di 2.400 persone.

Gli italiani che si dicono addirittura disposti a sborsare più soldi per potenziare i servizi che tutelano la loro stessa salute sono il 26%, mentre per una maggiore l’incolumità metterebbe mano al portafogli il 20%. Quanto al canone Rai, il 39% ne propone l'abolizione contro il 25% che vorrebbe cancellare l'Ici (Imposta comunale sugli immobili)

Dall'indagine emerge anche che il Comune è considerato l'ente in grado di fornire ai cittadini i servizi migliori. E l'assessore al bilancio del Comune di Roma, Marco Causi, spulciando tra i risultati ha commentato:

La sicurezza è un bene pubblico fondamentale che i cittadini si aspettano venga fornita comunque, al di là quindi di un miglioramento che potrebbe arrivare da un innalzamento delle tasse.

Via | Yahoo.com

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: