Tornano in libertà i vandali della Barcaccia


Se la sono cavata con appena cinque mesi di carcere i tre stranieri condannati per avere danneggiato con un cacciavite, nella notte tra il 13 e 14 maggio scorsi, la Fontana monumentale della Barcaccia, in piazza di Spagna.

Per Olga Sevastikaya, russa di 41 anni, Darius Pagliutis, lituano di 44, e Maxim Avrilov, ucraino di 29 anni, la III Corte d'appello di Roma ha, infatti, disposto la sostituzione della misura cautelare in carcere con quella dell'obbligo di firma giornaliera. Il quarto condannato, il moldavo di 32 anni Denis Dimitru, era gia' a piede libero. Per tutti, il processo di secondo grado e' stato gia' fissato al prossimo 17 dicembre.

Secondo l'architetto Walter Proietti, consulente che al tempo esaminò la Barcaccia, il danno provocato fu di circa 15 mila euro tra riparazione e ripulitura; quaranta milioni di euro, secondo l'esperto, il valore del monumento. I quattro stranieri furono arrestati dai carabinieri nel momento in cui furono sorpresi a scalfire la fontana, ubriachi e con i piedi immersi nell'acqua.

Via | Interfree.it

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: