Faccia a faccia tra Piero Angela e Giobbe Covatta al CNR

faccia a faccia cnr

I faccia a faccia del CNR sono davvero unici nel loro genere. Giobbe Covatta e Piero Angela s'incontrano per parlare di divulgazione. E modera Mario Tozzi. E' molto meglio della tv, perfino del teatro.

Dopo quello tra Camilleri e la Hack (moderati dalla Dandini) ecco un trio delle meraviglie. Il comico impegnato, il divulgatore italiano per antonomasia e il geologo ricercatore, che si scambiano i ruoli con incredibile facilità. Sì, perché il tema di questo "scontro" nell'Aula Convegni del Consiglio Nazionale delle Ricerche, è proprio quello della fruizione della conoscenza.

Dopo una breve introduzione della vice presidente del CNR, la prof.ssa Maria Cristina Messa, Tozzi ha aperto le danze. Piero Angela è il giornalista che ha letteralmente introdotto la divulgazione scientifica nella televisione italiana. Sta per celebrare i 60 anni di carriera in RAI.

I temi della ricerca e dell’innovazione, che possono risultare di difficile comprensione, si possono e si devono raccontare senza annoiare, in modo semplice e divertente. Angela lo conferma con il sorriso, e ci spiega di come sia stato attento a non fare errori che il pubblico non ti perdona. "Farsi correggere i compiti è importante, anche se si è sicuri di conoscere la materia".

Perché è vero che i ricercatori sono spesso troppo rigorosi o presuntuosi, o a volte perfino troppo settoriali, ma chi trasferisce la conoscenza al grande pubblico rischia subito di essere preso in giro.

Dal canto suo Covatta ha il problema opposto. E cioè far capire al suo pubblico dove finisce il confine tra la parodia e la verità. Centra così un problema fondamentale: Lo spettatore medio si scalda su certi argomenti, come ad esempio un termovalorizzatore, con la classica prepotenza politica che ricorda il tifo da bar. Ma nessuno sa esattamente di cosa sta parlando.

E i media non sono così distanti da questo comportamento. Si schierano, esultano (pensiamo solo al recente "avvento" del Bosone di Higgs) e gridano allo scandalo per notizie che in effetti ricalcano dalle agenzie.

faccia a faccia al cnr sulla divulgazione

Tozzi è bravo e simpatico nel gestire i due contendenti. Il pubblico è visibilmente divertito e interessato. Piero Angela sta preparando la sua nuova trasmissione e ci regala un paio di perle mica male. Affonda la cultura contadina moderna, figlia di un paese analfabeta che si scopre ad un tratto borghese e pretende di essere illuminista. "Tutti parlano del latte, nessuno della mucca".

Covatta risponde con le sue formidabili esperienze esistenziali condite dalle sue battute epiche. Dall'Africa a Napoli, dalla telefonata di complimenti del Cardinal Martini, alla scomunica del vescovo di Cosenza. Tutto per aver scritto "La Bibbia secondo Giobbe", delizioso pamphlet che in effetti racconta storie bibliche che pochissimi hanno letto.

Si chiude con una domanda tutta nostra sul problema dell'audience. Su come certi argomenti siano messi a rischio dalle esigenze del riscontro immediato di pubblico e di successo. Ma i nostri interlocutori deviano bene la freccia avvelenata e smontano con eleganza anche alcune trasmissioni di pseudo-colleghi che fanno pessime figure... Chi ha orecchie per intendere...

faccia a faccia al cn3 - 21 settembre 2012

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: