Cade velivolo, muore il fratello di Jovanotti

Era solo un volo di prova e si è trasformato in tragedia. Un Esqual monoelica è precipitato ieri pomeriggio a Latina, a causa del forte vento di tramontana. A bordo c’erano Umberto Cherubini, di 45 anni, fratello del cantante Lorenzo Jovanotti e Bruno Bianchella, di 37.

Cherubini, bancario, era un istruttore ed aveva condotto anche aerei di classe superiore. Bianchella, il pilota, era un nome conosciuto nel mondo del cinema come direttore di fotografia. Entrambi erano romani e sono morti carbonizzati nell'impatto al suolo del velivolo che si era incendiato.

A tarda sera sul posto dell'incidente è arrivato anche Jovanotti. Si è intrattenuto per alcuni minuti e poi e' ripartito. Oggi è tornato, si è recato al cimitero di Latina per riconoscere la salma e ha confessato: "Lo ricorderò in tutte le mie canzoni, non c'è altro da aggiungere, solo che era mio fratello ed era una persona speciale, che mi ha insegnato tutto".

Via | Adnkronos

  • shares
  • Mail