Dinosauri degli abissi marini invadono Roma

Sea Rex - Mosasaur Eye

L’occhio che vi sta guardando arriva dagli abissi del tempo ... quando i dinosauri non dominavano ancora la terra e le acque dell’America settentrionale, dell’Europa, del Medio Oriente, del Nord Africa e della Nuova Zelanda, erano popolate da rettili marini preistorici e terrorizzate dalle fauci del Mosasaurus.

Dopo più di duecento milioni di anni, questo equivalente marino del T-Rex, l’Elasmosaurus dal lungo collo o i 21 metri di lunghezza dello Shonisaurus, sono tra i protagonisti di Sea Rex – I dinosauri degli abissi c (Sea Rex: Journey to a Prehistoric World), il documentario in 3D disponibile da ieri in DVD, Blu-Ray e Blu-Ray 3D, e la mostra fotografica che sta per essere ospitata nella Sala Balena del Museo Civico di Zoologia di Roma e potete sbirciare nella gallery.

La mostra sarà inaugurata da Universal Pictures Italia, venerdì 21 settembre, con una proiezione del documentario alla presenza di Alessandro Cecchi Paone, voce narrante del doppiaggio italiano, che esplora i fondali sottomarini con la giovane studentessa Julia, in un viaggio che parte da un acquario per attraversare l’epoca del Triassico, del Giurassico e del Cretaceo.


Un viaggio che ha richiesto 4 anni di produzione, 5 milioni di dollari e tutta l’esperienza maturata dai registi Pascal Vuong e Ronan Chapalain, con progetti in CGI (Computer Generated Imagery) ed effetti speciali, per le stupefacenti riprese live–action, realizzate in Nuova Zelanda e in Egitto, con 25 minuti di ricostruzioni in digitale.


Se Prima dei dinosauri c'erano i Sea Rex, l'esposizione delle immagini del primo documentario sugli antichi predatori degli abissi, resta visitabile nella sala Balena del Museo Civico di Zoologia (Via Ulisse Aldrovandi, 18), dal 22 settembre al 21 ottobre 2012, mentre alcune scene tratte dal documentario saranno proiettate su uno schermo 3D.


Foto | Fusion digital

  • shares
  • Mail