Alemanno trova un altro sfidante: Fabrizio Santori alle primarie del Pdl

Le primarie del Pdl per individuare il prossimo candidato sindaco entrano nel vivo. Dopo l'annuncio della candidatura del semisconosciuto Alessandro Bianchini ieri sera a lanciare la sfida ad Alemanno è stato il giovane e super attivo consigliere comunale Fabrizio Santori.

Santori, 36 anni, nato e cresciuto politicamente nell'area di Monteverde, è da sempre inserito nella cosiddetta corrente Rampelliana di An (e quindi ora del Pdl). Voci di corridoio, però, lo vogliono pronto a salutare il partito per approdare nel movimento del presidente della Regione, Renata Polverini. Ed è proprio marcando questa sua distanza dal sindaco Alemanno che il consigliere si giocherà le sue carte.

Per ora il programma di Santori non esiste. "Lo renderò noto una volta definito- ha detto- Per ora posso dire che serve energia nuova soprattutto per la periferia e i nuovi quartieri che sono stati trascurati da questa giunta" che lui, però, ha sostenuto per 4 anni e mezzo. Per Polverini, invece, solo parole di miele: "Con Renata - ha detto - c'è un ottimo feeling. Sto da tempo dialogando con lei, ora vediamo cosa succede. Le sue idee mi piacciono molto".

Dunque, per ora, alle primarie del Pdl del 26 gennaio si presenteranno in tre: il sindaco uscente, Gianni Alemanno, e i due giovani Fabrizio Santori e Alessandro Bianchini. Fuori dalla competizione gli altri pesi massimi del partito come Giorgia Meloni (per ora) e Fabio Rampelli.

Foto: fabriziosantori.com

  • shares
  • Mail