Fermata Manzoni, qualche immagine

Fermata Manzoni, biglietteria

Come vi avevamo già detto pochi giorni fa la fermata Manzoni è stata finalmente riaperta. Trovandomi di passaggio da quelle parti ho pensato di scendere giù alla biglietteria per valutare di persona questa meraviglia e scattare qualche foto.

Effettivamente devo ammettere che è stato fatto un buon lavoro: buona illuminazione e aerazione, pareti bianche per la gioia dei claustrofobici, ascensore per disabili (ancora non funzionante) e percorsi per non vedenti, oltre alle ormai onnipresenti Meb.

Senza dubbio la fermata più moderna della linea A, ma quello che più mi incuriosiva era vedere i reperti archeologici ritrovati durante la realizzazione dell’ascensore. Come potete vedere dalle immagini è stata allestita vicino ai tornelli d’uscita una sorta di bacheca sottovetro con i piccoli cimeli (vasi e oggetti vari) con tanto di targhette esplicative.

Di fronte alla bacheca è stato piazzato il muro della discordia, quello che ha rallentato l’esecuzione dei lavori, e che molto probabilmente rappresenta una porzione di domus romana.

Muro in perfetto stato di conservazione direi, anche se molti potranno obiettare che le esigue dimensioni del ritrovamento (fateci caso è un quadrato il cui lato è il doppio dell’altezza dell’estintore poggiato al suo fianco) potrebbero non giustificare un ritardo di quasi 9 mesi nella riapertura della fermata.

Fermata Manzoni, porzione muro domus romana

Fermata Manzoni bacheca reperti

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: