Metro B: rapina con pistola (giocattolo), per Alemanno Roma più sicura

In metropolitana come nel far west, ormai quando i vagoni non si fermano o rallentano per guasti, scioperi o l’ira di Dio, ci pensano i giocattoli ad intrattenere i passeggeri, peccato solo che si tratti sempre di giochi, seri capaci di scatenare il panico con esiti imprevedibili.

Il 25enne romeno armato di pistola giocattolo (riproduzione credibile di una vera), che oggi pomeriggio l’ha puntata per farsi consegnare del denaro, su una passeggera di uno dei vagoni della linea B, infatti non scherzava, e sfido chiunque in un frangente del genere, a non spaventarsi finendo per non notare l’equivoco.

Giunti alla fermata Colosseo, la donna e gli altri passeggeri sono scesi precipitosamente e si sono subito rivolti all’addetto alla sicurezza Atac.

Ad accertare la natura ludica dell’arma, sono stati due carabinieri della stazione Roma Madonna del Riposo, presenti nella metro in servizio preventivo, dopo aver notato la scena e bloccato l’uomo, subito condotto in caserma e arrestato con l’accusa di tentata rapina aggravata.

Oggi il gioco è finito bene, eventuali imprevisti i esiti disastrosi che avrebbe potuto causare il panico, sono stati scongiurati, ma domani cosa riserverà una nuova odissea in metropolitana?

Dopo questo, la giovane prostituta bruciata viva la scorsa notte, e le scorribande frequenti della Roma criminale, però sulla questione sicurezza il nostro sindaco tira fuori la calcolatrice, come si evince dal video pubblicato sul suo 2.0, che trovate subito dopo il salto.

C’è stata un’importante riduzione dei reati nella Capitale. I dati, diffusi dal Questore Fulvio della Rocca in un’intervista rilasciata al Messaggero, danno ragione al nostro impegno sul fronte sicurezza. Dal 2011 ad oggi, infatti, il calo di omicidi, rapine e violenze in genere, è stato sensibile.

Nel 2011 gli omicidi volontari sono stati 27, mentre nei primi otto mesi del 2012 sono stati 14. I tentati omicidi, sempre lo scorso anno, sono stati 88, nei primi otto mesi del 2012 sono stati 41. Per quanto riguarda le violenze sessuali sono passate da 275 (dato 2011) a 175 fino ad oggi. Stessa cosa per le rapine: nel 2011 sono state 3639 mentre nei primi otto mesi del 2012 2042. Percentuali importanti che attestano un dimezzamento degli episodi criminali.

Caro sindaco, numeri alla mano, è vero che i reati sono diminuiti, o che avversari e professionisti del ricamo non perdonano, purtroppo però questi numeretti sono ancora talmente alti, da stuzzicare più la delusione che l'ottimismo, soprattutto tali da non accrescere quel senso di sicurezza continuamente minacciato dalla realtà.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: