Risolta la polemica del mercato di piazza Vescovio?

Il mercato di piazza Vescovio è un piccolo mercato dove da 50 anni si raccolgono gli anziani di quartiere. Nulla di speciale, un angolo raccolto di ortaggi, fiori, pescivendoli e qualche banco di casalinghi che però ha rischiato seriamente di scomparire.

La questione di piazza Vescovio vede protagonisti Guido Bottini, il presidente del II Municipio, e le norme igienico-sanitarie non a norma. La soluzione secondo l'autorità municipale? Eliminarlo. La scelta però non è piaciuta ai residenti e ai commercianti di ormai vecchissima data che hanno sporto lamentele e hanno vinto a suon di manifestazioni e di ricorsi al Tar del Lazio, il quale ha semplicemente imposto di mettere a norma il mercato di Piazza Vescovio.


In questi giorni però il destino del mercato sembra ancora incerto. Dopo cinquant’anni di presenza, le ormai storiche bancarelle di piazza Vescovio sembra debbano essere spostate provvisoriamente in via Stimigliano, dove resteranno finchè non sarà stata individuata la collocazione definitiva, probabilmente in piazza Mascagni. Questo propone una mozione municipale del 26 giugno.

I commercianti accendono roventi polemiche in proposito, anche perchè sarebbero costretti a non avere una struttura fissa, come è attualmente, ma a spostare quotidianamente a rotazione la loro attività. Senza considerare i costi di un eventuale trasferimento poichè le spese dovranno essere sostenute individualmente dalle attività commerciali. La guerra al municipio è aperta e non solo da parte dei commercianti, ma anche dei residenti di largo Somalia che non ne vogliono sapere di arrivare fino a piazza Mascagni. E se a metà settembre il mercato era scomparso ora è misteriosamente ricomparso e soddisfa i bisogni quotidiani di commercianti e cittadini.

Ma la guerra chi l'ha vinta? O siamo solo in piena battaglia?

foto | 06blog.it

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: