Machete, coltelli e coca: fermati 66 tifosi della Lazio

Un gruppo di laziali a San Siro - Flickr: batraceMi chiedo quanto possa esserne fiera, di questo, la dirigenza della squadra: ieri la Digos e i Carabinieri di Roma hanno fermato 66 tifosi della Lazio, in procinto di partire per una trasferta a Bergamo (in programma una sfida contro l'Atalanta). Peccato che il gruppetto di furbissimi e intelligentissimi tifosi sia stato trovato in possesso di: coltelli, tirapugni, bastoni, cacciaviti cocaina e... 5 machete (tutto materiale che potete vedere nella galleria di immagini del sequestro dei nostri cuginetti di Calcioblog).

A cosa gli servissero 5 machete per una partita di calcio pare non siano riusciti a spiegarlo, purtroppo. Il fermo è avvenuto nella notte fra il sabato e la domenica a Piazza Vescovio, dove una settantina di tifosi si era riunita (intorno alle 4.30) muniti di macchine, pronti a prendere l'autostrada e a dirigersi verso Nord. Tutti fra i 25 e i 30 anni, e unisex: fra di loro anche due donne.

Tutto è bene quel che finisce bene? Mica tanto: le 66 persone sono state denunciate a piede libero, quindi niente arresti, prigione, fustigazioni pubbliche. Polemico il Ministro dell'Interno Amato, che giustamente punta il dito contro la legge vigente:

"Il lavoro delle forze dell'ordine è stato frustrato: i fermati non hanno fatto nemmeno un minuto di carcere. Trattandosi di reato con pena inferiore a tre anni, sono denunciati a piede libero e non abbiamo potuto fermare nessuno di loro. Tra le cose che dovrò fare, ed è un'aggiunta al pacchetto sicurezza - anche se questo dipende principalmente dal ministro della Giustizia - il fatto che senza aumenti di pena, in ragione delle caratteristiche del soggetto che li compie e del contesto nel quale questo fatto accade, ci possa essere il provvedimento cautelare"

È vero: è un peccato che non si sia potuto far nulla per fermare questo scempio. Persone come queste - che ricordiamolo, sono presenti in TUTTE le tifoserie di ogni squadra - rovinano il calcio e lo sport. Ma personalmente io sono dell'idea che si debba fare un passo in più, e cominciare a punire con durezza le squadre stesse di cui questi tifosi fanno parte. Nella speranza che si inneschi un circolo virtuoso...

foto | Flickr

  • shares
  • Mail
49 commenti Aggiorna
Ordina: