Alcoa: il 10 settembre la protesta arriva a Roma

Questa mattina tre lavoratori dell'Alcoa, sono saliti a 70 metri d'altezza su uno dei silos dell'impianto di Portovesme (Sulcis). Sono solo le prove generali in Sardegna per preparare la manifestazione di lunedì 10 settembre a Roma. Lo ha deciso l'assemblea dei lavoratori, riunita oggi in fabbrica dai delegati di Cgil, Cisl e Uil del Sulcis e delle Rsu.

La macchina organizzativa per la trasferta romana si muove. I sindacati cercheranno di portare a Roma almeno 500 operai dell'impianto di Portovesme accompagnati anche dagli amministratori, dai commercianti e dai cittadini comuni, che hanno già aderito alla mobilitazione.

Ci sarà anche un incontro con i sindaci per definire meglio i dettagli del viaggio dei lavoratori che dovrebbero partire sabato da Cagliari per Civitavecchia con ritorno ad Olbia.

Dai politici arrivano i soliti plausi di sostegno. Il segretario del Pdl, Angelino Alfano, ha garantito "sostegno totale" ai lavoratori dell'Alcoa e ha promesso "da subito" un intervento per sollecitare il ministro Corrado Passera sul problema del costo dell'energia che è al centro della vertenza.

Casini ha invece dichiarato di aver "incontrato una delegazione dell'Alcoa che avrebbe preferito avere un incontro con tutti e tre (con Alfano e Bersani). Evidentemente qualcuno ha ritenuto più opportuno un incontro separato. Per me questa è un'occasione persa, sarebbe stato meglio, di fronte a una questione che riguarda il mondo del lavoro, dare una prova unitaria".

  • shares
  • Mail