Alberto Sordi e quella gaffe con la Pampanini

Arrivederci Sylva Koscina spero di rivederla presto sul mio Zara87!”. Non l’avesse mai detto… Come potete vedere oggi vi proponiamo una simpatica gag tratta dal film Il Tassinaro di Alberto Sordi. Il nostro indimenticabile Albertone, nella pellicola Pietro Marchetti, tassista, scambia la signora (“signorina”) Silvana Pampanini per la croata Sylva Koscina, altra celebre attrice dell’epoca, scatenando le ire dell’attrice romana (“Ma vaff…”).

Era il 1983 quando fu distribuita questa pellicola nelle sale cinematografiche. Dopo diversi anni dal celeberrimo Taxi Driver (1976) con De Niro, il nostro Albertone ripropose la figura del tassista sulle assolate strade della nostra città, mettendone in evidenza con uno stile ironico e spensierato pregi e difetti, rischi compresi.

Per Alberto Sordi fu anche l’occasione per un incontro tra amici: non mancano comparsate di Federico Fellini, Giulio Andreotti e la stessa Silvana Pampanini, tutti scarrozzati sulla Ritmo gialla del protagonista e tutti interpreti di sé stessi.

Una curiosità: pur essendo in quegli anni appena terminata una profonda crisi petrolifera, quel film non era certo un inno all’austerità. Se ci fate caso nello spezzone che vi abbiamo proposto la signorina Pampanini sale sul taxi a Piazza Navona per farsi trasportare fino all’ambasciata di Francia in Piazza Farnese.

Niente di strano, se non fosse che facendo la strada più corta (qui) sono solo 600 metri di tragitto! Se avesse optato per una sana (e più pulita) passeggiata la signora (“aridaje signorina!”) Pampanini avrebbe risparmiato un’arrabbiatura, un autografo e soprattutto ben 10000 mila lire di allora.

Video | CENSURATOexTOYO3UNO

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: