Edicole a Roma: nuove regole per i cartelloni pubblicitari


Si sovrappongono, prendono il sopravvento sugli spazi pubblici, invadono gli spazi urbani: i cartelloni pubblicitari intorno ai chioschi dei giornali sembrano crescere in maniera ipertrofica. Ma da ora in poi non sarà più così. Il Campidoglio ha infatti deliberato, dopo la pausa estiva, una regolamentazione per la pubblicità di prodotti editoriali vicino alle edicole. Che è, del resto, solo una parte del problema delle affissioni abusive, molte delle quali di natura polititica (per ulteriori chiarimenti potete leggere un'analisi del Servizio Affissioni e Pubblicità nel Comune di Roma stilata a maggio scorso).

Bando alla prolificazione dei formati e all’occupazione indiscriminata degli spazi. I nuovi provvedimenti prevedono l’installazione di appositi totem, dei manufatti che offriranno tre facciate alle affissioni, di grandezza non superiore ai 4,5 metri quadri. Ogni edicola che lo vorrà avrà il suo. Dimensioni, forma e materiali saranno stabiliti dall’amministrazione comunale, che bandirà un concorso internazionale di progettazione, con attenzione al decoro e all’armonia col contesto architettonico, in particolare nel centro storico. Era stato proprio il Municipio I, peraltro, a bocciare lo scorso gennaio il sistema dei totem.

Sarà ovviamente pagata l’occupazione del suolo pubblico da parte delle pubblicità, che possono collocate a un massimo di 10 metri di distanza dal giornalaio. I totem avranno anche una funzione di pubblica comunicazione: sarà destinato infatti un terzo delle facciate alla comunicazione istituzionale del comune e del municipio ospite.

Via | omniroma

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: