Movida: una mappa-agenda romana segue il tovagliolo milanese

Movida - una mappa-agenda romana segue il tovagliolo milanese

Dopo l’ultima rissa a Campo di Fiori non si può dire che la movida romana non abbia le sue zone calde, ma a voler guardare la trincea come una mappa del divertimento, Gabriele Sabatino Russo Jr. sul suo facebook ha anche condiviso due pagine Moleskine a righe con un quadrato semiotico dei locali romani, ispirandosi al modello del «Quadrato semiotico del divertimento milanese» tracciato su un comune tovagliolo di carta 15x15, dagli SQUADRATI Diletta Sereni e Daniele Dodaro.

L’agenda romana esportando nella capitale il format semiotico del tovagliolo milanese e degli stereotipi cittadini, nato per gioco, per caso, per provocare e per far quadrare il mondo su fogli volanti, si perde forse la natura ‘volante’ dell’idea, e magari anche qualche stereotipo locale, dal coatto che nessuno di noi oserebbe mai chiamare tamarro, a quella netta distinzione territoriale tra Roma Nord e Roma Sud, tanto sentita ovunque.

Intanto il blog squadrati, nato per trasformare l’idea in pratica (da diffondere on line), vanta già il quadrato semiotico delle prospettive per i giovani, e ha in serbo di estendere il trattamento. È Diletta Sereni a rivelare a radioreporter che:

«Abbiamo già in cantiere i quadranti delle prossime città, racconteremo la movida di altri grandi capoluoghi italiani e affronteremo temi di politica e attualità», sempre rigorosamente su fogli «volanti» o «pezzi di carta».

Aspettando di leggere la loro versione, voi cosa pensate di questa suddivisione dei locali e degli stereotipi, parziale peraltro, e partendo dalle zone, su cosa puntereste scendendo sulle fasce? Cosa manca secondo voi?

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: