Maltempo, le protezione civile di Roma annuncia il solito pre-allerta

L'altro giorno ci abbiamo un po' scherzato sopra. L'arrivo di Poppea lo abbiamo salutato con una certa dose di sarcasmo. La moda del "pre-allerta" fa il paio con quella di dare nomi improbabili a fenomeni metereologici.

Comincia a stancare. Assomiglia ad una sorta di nota d'assicurazione obbligatoria. Tipo quelle che dobbiamo sorbirci quando compriamo un farmaco generico, che "in casi rari può avere conseguenze letali". L'ufficio stampa di Roma Capitale diffonde il solito comunicato stampa:

"La Protezione civile del Campidoglio ha diffuso lo stato di pre-allerta a tutte le proprie strutture operative per il rischio maltempo che, secondo le previsioni, interesserà la capitale a partire da domenica notte.

Per far fronte ad eventuali disagi che potrebbero verificarsi al passaggio della linea temporalesca, l'ufficio di Protezione civile ha disposto l'attivazione a partire dalla mezzanotte di domenica 2 settembre di presidi del volontariato e di operatori del Campidoglio presso tutti i punti sensibili e a Ostia.

Mobilitati anche i gruppi della Polizia Roma Capitale per favorire la fluidificazione del traffico. La squadra emergenze del servizio giardini assicurerà il proprio intervento per la messa in sicurezza delle alberature.

Intanto, Ama e Dipartimento lavori pubblici stanno proseguendo gli interventi di spazzamento delle caditoie e di disostruzione dei tombini per favorire il deflusso dell'acqua piovana, in particolare nelle zone soggette ad allagamenti ricorrenti.

Il bollettino meteorologico più aggiornato prevede nello specifico per domenica sera prevalenti condizioni di cielo nuvoloso con precipitazioni anche a carattere di rovescio o temporale via via più frequenti ed intensi.

I fenomeni risulteranno più significativi sui settori occidentali e meridionali ed in particolare lungo le coste, con raffiche di vento nei temporali. Il maltempo proseguirà anche nella giornata di lunedì 3 settembre quando sono attese in mattinata piogge di portata significativa.

La sala operativa di Porta Metronia, in costante contatto con le strutture di Protezione civile regionale e nazionale, continuerà a monitorare l'evoluzione meteorologica per adattare il dispositivo di emergenza e rendere ancor più rapidi gli interventi in particolare nella giornata di lunedì che coincide con la ripresa delle attività lavorative dopo la pausa estiva.

Lo comunica l'ufficio stampa di Roma Capitale".

Aggiornamento dallo stesso ufficio stampa:

"Entrerà in vigore alla mezzanotte il dispositivo messo a punto dalla Protezione Civile del Campidoglio per far fronte alla prima ondata di maltempo che, secondo le previsioni, interesserà la Capitale con precipitazioni temporalesche anche di forte intensitá.

Il dispositivo emergenziale è stato definito nel corso di una riunione di coordinamento che si è svolta questo pomeriggio a Porta Metronia alla presenza del sindaco Alemanno, del direttore del Dipartimento ambiente e Protezione civile, Tommaso Profeta, dei referenti di tutte le strutture operative.

Seicento le unità operative - tra personale della Protezione civile comunale, volontari, operatori Ama e Servizio giardini - dislocate presso i punti sensibili, con particolare attenzione a quelli maggiormente soggetti ad allagamenti per carenze infrastrutturali.

Centoventi gli agenti della Polizia Roma Capitale che questa notte opereranno per la sicurezza stradale e per fluidificare il traffico nelle prime ore del mattino. Imponente anche lo schieramento dei mezzi a disposizione dei settori operativi che utilizzeranno 60 idrovore, 30 elettropompe a immersione, 11 mezzi per la disostruzione in emergenza di caditoie e tombini, 20 mezzi pesanti.

Presidi di operatori sono stati dislocati presso vie consolari e strade a maggiore scorrimento, sui Lungotevere, presso la Tangenziale, a Corso Italia e nel Centro storico. Altri gruppi saranno attivi in prossimità di alcuni capolinea di autobus e presso le stazioni metropolitane di Ostiense, Porta Furba, Lucio Sestio, Anagnina e Colosseo per favorire i flussi di ingresso che si prevedono più intensi in considerazione della ripresa delle attività dopo la pausa estiva.

Un dispositivo speciale é stato approntato per Ostia dove gli impulsi temporaleschi potrebbero avere maggiore intensità in considerazione del posizionamento della saccatura sul Mar di Sardegna. Undici le associazioni di volontariato pronte ad intervenire con idrovore e mezzi pesanti a Ostia, Casal Palocco, idroscalo, Infernetto, Acilia, Casal Bernocchi.

I bollettini meteorologici più aggiornati indicano una forte probabilità che sulla Capitale si verifichino piogge a carattere di rovescio o temporale che nelle prime ore del mattino di lunedì 3 settembre e per le successive 6-8 ore raggiungeranno cumulate stimabili intorno ai 40-60 millimetri circa".

foto by RondoneR x 06zoom

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: