La curiosità: i Templari a Roma

TemplariSe qualche tempo fa il nostro Emiliano vi aveva parlato della possibile presenza a Roma del santo Graal oggi vi parliamo di coloro che da sempre ne sono alla ricerca: i Templari. Eh sì perché, complice Dan Brown, è riesploso l’interesse verso questi ordini di cavalieri di Cristo che, al contrario di quanto molti pensano, esistono ancora.

Ovviamente quelli odierni non fanno più uso di spade e tuniche bianche, se non durante le cerimonie ufficiali, e non sono più ricchissimi come ai tempi di Filippo il Bello, ma fanno ancora della disponibilità verso il prossimo uno dei punti cardine del loro ordine a tal punto da attivarsi in collaborazioni con la Protezione Civile Italiana. Una sorta di Boy Scout medievali per intenderci.

Perché vi parlo di tutto questo? Perché i Cavalieri dell’Ordine dei Templari sono soliti effettuare i loro riti di iniziazione nella chiesa di Santa Prisca qui a Roma sull’Aventino. E non a caso: la leggenda narra che il colle, a forma di nave, un giorno sarebbe partito per la Terra Santa. Motivazione per la quale tra l'altro si ritiene che il tesoro dei templari si celi proprio in questa zona. Un avvertimento: se vi capitasse di incontrare da quelle parti un templare, magari con tanto di spada al seguito sfoggiata per qualche cerimonia, evitate di parlare bene di Dan Brown. Non si sa mai…

  • shares
  • Mail