Gita fuori porta: a Sperlonga

Siamo già arrivati al primo weekend di settembre, ma nonostante Poppea, abbiamo deciso di trascorrere anche questo fine settimana al mare, nella bellissima Sperlonga, la perla del Tirreno.

Qui la cooperativa consortile Sperlonga Turismo si sta dando molto da fare, promuovendo una modalità nuova di concepire, appunto il turismo, una politica molto apprezzata anche dal Comune. In pratica si prende il visitatore ‘per mano’, accompagnandolo a scoprire i luoghi più incantevoli che circondano una cittadina già di per sé da non perdere.

Sperlonga, infatti, si trova ben inserita nella splendida Riviera d’Ulisse e offre agli appassionati di archeologia la mitica villa di Tiberio, imperatore romano del I secolo d.C., le cui statue e sculture varie, molte delle quali rappresentano degli originali di età ellenistica, sono conservate nel Museo archeologico della città, costruito appositamente.

Di questa fa parte anche la cosiddetta grotta di Tiberio, successivamente inglobata dalla villa, all’interno della quale, nell’ampia peschiera di acqua marina, si trova un’isola dove sorgeva la sala da pranzo estiva… mica male!

Comunque, il consorzio propone un fitto programma di escursioni organizzate non appena avrete terminato di esplorare Sperlonga: il lunedì si va a Capri e si può nuotare nella Grotta Azzurra; il martedì è all’insegna dell’arte con Pompei e il Vesuvio; il mercoledì ancora storia con un archeotour dell’Appia antica tra il tempio di Giove Axur, Terracina, il Castello di Fondi che fu della bella Giulia Gonzaga e Gaeta con la Tomba di Cicerone; giovedì ‘riposo’ e sole con il charter nautico, oppure una puntatina ad Amalfi con i suoi limoni; il venerdì altra giornata di mare nella bella Ponza.

E già che ci siete non tralasciate il godimento della gola, oltra a quello degli occhi: a Sperlonga si mangia dell’ottimo pesce azzurro, inoltre non disdegnate, se vi piace, le ricette che prevedono il sedano: qui è bianco e Igt.

Foto | Ufficio stampa

  • shares
  • Mail