Anche in tram la notte è bianca, con un pizzico di storia


Saranno ben 500 gli autisti di Trambus e 100 gli ispettori al lavoro, per venire incontro alle esigenze della vera e propria folla che assalterà la Capitale e i suoi mezzi pubblici per la Notte Bianca, solo una parte dei lavoratori insonni di cui ha già parlato Egilde. Ma sarà, per Trambus, anche una serata di festa, quella dell’8 settembre, che prenderà avvio e si concluderà con una sfilata di vetture storiche sulle due rotaie, nella tratta dal deposito di via Prenestina a piazzale Thorvaldsen, a Villa Borghese.

E nel cuore del parco, a due passi dalla Galleria nazionale d'arte moderna e dall’Istituto giapponese di cultura, aperti come tutti i luoghi della cultura di Roma, le vetture faranno bella mostra di sé. Della flotta storica di Trambus fanno parte l’elettromotrice 907, denominata ‘8 finestrini’, tram degli anni Venti, unico esemplare al mondo dell’epoca ancora perfettamente funzionante. È del 1928, invece, il Tram Ristorante da 28 posti, completamente ristrutturato, con il recupero degli arredi originali, e adibito a ristorante itinerante. Caratteristici i sedili in legno d’epoca, che il pubblico potrà provare.

La partenza delle vetture in parata è prevista per le 21, passando per Porta Maggiore, San Lorenzo, viale Regina Elena, viale Regina Margherita, viale Liegi, viale Rossini e via Aldovrandi. La sfilata del ritorno sarà alle 2 di notte.

Via | lanottebianca.it

  • shares
  • Mail