Libri in prestito per le scuole medie

Veri e propri contratti di comodato, con l’impegno di restituire i libri in buone condizioni alla fine dell’anno scolastico o del ciclo di studi, potranno essere sottoscritti quest’anno dalle famiglie degli studenti delle scuole medie.

Il comodato d’uso – spiegano in Regione Lazio - consentirà agli studenti di prendere in prestito direttamente a scuola i libri di testo. La sperimentazione, promossa dall'assessore regionale all'Istruzione Silvia Costa e dall'assessore alle Politiche scolastiche del Comune di Roma Maria Coscia, vede protagoniste sin da subito le scuole medie di Roma "Pio la Torre" (XIX Municipio), "Giovanni Paolo II" (XIII Municipio) e "Paola Sarro" (XII Municipio), e la "Gianni Rodari" del comune di Manziana.

In più, come ha spiegato l’assessore Costa:

"grazie ad un accordo con il Comune di Roma, le risorse destinate ai buoni-libro nelle scuole medie possono essere utilizzate dalle scuole stesse, con il consenso delle famiglie aventi diritto, per acquistare i libri da concedere in comodato d’uso. Gli insegnanti, a loro volta, si impegnano a non cambiare i libri di testo durante l’intero triennio".

Il comodato d’uso era già stato sperimentato lo scorso anno nella scuola media "Giovanni Paolo II" ma si vuole cercare progressivamente di estenderlo. Oltre al Lazio, solo Friuli Venezia Giulia, Sardegna e Trentino Alto Adige hanno finora avviato una sperimentazione simile.

"Promuoviamo la pratica del comodato d’uso - ha detto l’assessore Coscia – perché è un’iniziativa innovativa ed efficace per contrastare l’impennata dei costi scolastici e perché è un modo per responsabilizzare i docenti a non cambiare i libri di testo almeno per l’intero ciclo di studi. Inoltre responsabilizza i ragazzi a rispettare i libri come beni collettivi".

Per saperne di più potete trovare info e recapiti sul portale della Regione dedicato all'Istruzione.

Foto | Dr.Devil

  • shares
  • Mail