Fuga a mezzogiorno

Il 17enne rumeno che, insieme a due connazionali, aggredì lo scorso 21 agosto a Roma il regista Giuseppe Tornatore, è evaso dal centro di assistenza e accoglienza in cui era stato rinchiuso. Su mandato del pm della Procura minorile, Fulvio Filocamo, sono gia' scattate le ricerche dei carabinieri. Gli altri due rumeni si trovano in carcere, dopo che ieri era stato convalidato il fermo ed emessa un'ordinanza di custodia cautelare. I tre aggressori erano stati fermati in un campo nomadi nell'area periferica dell'Anagnina. I due maggiorenni, Costantin e Vulcan Viorel di 32 e 33 anni, erano in Italia già da diverso tempo e hanno precedenti penali anche per rapina. Anche il più giovane era stato già fermato per reati simili.

Il regista era stato aggredito mentre rientrava nella sua casa all'Aventino. Gli aggressori lo avevano fermato con la scusa di chiedergli delle informazioni. Poi, mentre Tornatore rispondeva, lo avevano colpito alla testa e derubato del telefonino, dell'I-Pod e del portafogli. Il regista era poi stato soccorso da un passante che lo aveva accompagnato all'ospedale del Fatebenefratelli dove era rimasto un paio di giorni.

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: