Italiani si nasce, non si diventa


Una tranquilla passeggiata in via del Corso, quando, all’improvviso, un presidio di estrema destra che chiede la chiusura delle frontiere. Per chi come me non è romano di origine, sono immagini insolite e inquietanti. I simboli, gli slogan, lo stile dei caratteri sugli striscioni, rievocano tutti sinistri ricordi che preferisco rimandare con ostinazione ad un passato remoto. Ma mi rendo conto che la realtà dei movimenti neofascisti è meno marginale di quanto io non creda.

  • shares
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina: