Preso il presunto assassino di Stefania

Due sono gli uomini accusati dell'omicidio di Stefania Coppi, il transessuale aggredito lunedì sera nel suo appartamento di via Ristori: il primo si chiama Domenico Bruscella, 35enne, precedenti per reati contro il patrimonio, senza fissa dimora e lavoro stabile. Divideva le sua giornate come parcheggiatore abusivo e borseggiatore. L'altro uomo coinvolto è ancora ricercato: la polizia sa che è serbo e ha un'età compresa fra i 30 e i 40 anni. Quest'ultimo, conoscente di Stefania, quella sera si presentò a casa della Coppi assieme con il complice allo scopo di rapinare oggetti di valore, carte di credito e denaro.

Le indagini della polizia hanno avuto inizio dal mercato della ricettazione e hanno portato gli inquirenti direttamente al Bruscella. Quando gli agenti lo hanno fermato nei pressi di piazza Fiume non ha negato la sua presenza in via Ristori la notte del delitto. Spiega Francesca Monaldi, a capo della VI sezione della squadra mobile: "E' stato fondamentale per il corso delle analisi il supporto fornito dalla famiglia e dagli amici della vittima. Grazie a loro siamo riusciti a risalire alla cerchia di persone che Stefania frequentava abitualmente". I genitori di Stefania hanno deciso per la donazione degli organi.

  • shares
  • Mail