Ruspe al parco degli Acquedotti

E' iniziata lunedì mattina la demolizione dei cosiddetti "orti di guerra" nel Parco degli Acquedotti, in zona Appio Claudio. Negli anni erano diventati una baraccopoli lineare: 94 i campi censiti, tra i 6 e gli 8 ettari le aree interessate. Spiega Sandro Medici, presidente del Municipio X: "Ci siamo mossi su un'ordinanza del '97, e da un anno avevamo deciso questo intervento, ma mancavano i soldi. Serviranno tra le due e le quattro settimane per completare la bonifica di quest'area che tornerà a essere naturalizzata con piante ed essenze".

Gli orti tuttavia non spariranno del tutto. Il Comune ha scritto un accordo con gli agricoltori onesti che vedranno spostate le proprie coltivazioni in un'area dell'Inps a ridosso delle due ferrovie. L'operazione partita ieri rientra in un piano di restaurazione della legalità: nelle baracche dormivano alcuni rumeni indagati per furti avvenuti nelle vie limitrofe al parco, e il cui "alloggio" risultava un vero e proprio affitto, con tariffa singola a 800 euro mensili.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: