Roma, turismo sugli scudi

Quarantaduesimo mese con dati in crescita, più 11 per cento nel primo semestre di quest'anno, occupazione in alberghi e ristoranti in aumento, e più 5 milioni di presenze in sei anni. Questi alcuni dei dati presentati ieri in Campidoglio da Veltroni circa il turismo nella Capitale. «I turisti che vengono a Roma» dice il sindaco «in un anno spendono 6 miliardi di euro che significano 1 miliardo di Iva per lo Stato. Sarebbe importante che qualcosa tornasse alle città che fanno turismo. Cinque milioni di turisti in più significano servizi in più, occuparsi dei rifiuti. Ma se cresce il turismo dovrebbero crescere anche le risorse a disposizione. Vorrei che questi risultati fossero premiati. Non è possibile che più turisti hai, più spese hai». La proposta è di ottenere dal Governo il 10 per cento dell'Iva degli introiti.

Altre considerazioni: la permanenza media dei turisti è passata dalle 2,4 notti di otto anni fa ai 3,3 attuali; 97 mila le Roma pass vendute da gennaio a marzo. Gli alberghi occupano 15.433 addetti ovvero più 4,53 per cento rispetto al giugno 2006 e, inclusa la provincia, si arriva a 18.155 addetti. Nelle imprese di viaggi e turismo sono 7.500 gli addetti - più 3.88% - e saldo in attivo anche nei ristoranti in cui lavorano circa 35 mila addetti. Nella relazione di dati figura anche un'indagine Doxa su 61 tour operator esteri. La sola voce negativa, rispetto ad altre 7 città europee, è quella riguardante l'igiene.

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: